News

    La Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale consolida il suo sostegno alla Fondazione Biogem

    Il supporto da parte dell’ente no profit di diritto privato con sede a Roma, già guidato dal professore Emmanuele F. M. Emanuele, è stato nuovamente sancito da una recente visita ufficiale ad Ariano Irpino, presso la sede di Biogem, della presidente Alessandra Taccone. Accolta, tra gli altri, dai presidenti di Biogem, Ortensio Zecchino e della Fondazione Biogem, Mario Crispo, la professoressa Taccone ha visitato, in particolare, il Laboratorio di Microscopia Intravitale, dotato di un innovativo microscopio elettronico a due fotoni (MDF), finanziato, con circa 750mila euro, dalla Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale. A seguire, la Biblioteca e il Museo di Storia della Terra e della Vita-Biogeo, quest’ultimo implementato grazie al mecenatismo del professore Emanuele, anima della Fondazione Terzo Pilastro, all’origine di un’erogazione complessiva pari ad 1,5 milioni, spalmati su cinque anni (2020-2024).

    La delegazione romana, comprendente anche la baronessa Laura De Magistris, ha infine visitato la ‘Casa dello Studente’ della Fondazione Biogem, situata nel centro storico di Ariano Irpino e a sua volta ampliata grazie al contributo della Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale.

     

    Ettore Zecchino

    UIIP Biogem inserito in tre eventi di promozione universitari

    Gli atenei, tutti del Centro-Sud, organizzeranno momenti di incontro in materia di formazione e lavoro con i propri laureati e laureandi nel corso dei quali sarà presentata anche la sessantatreesima edizione (in partenza il 5 giugno) del programma nato a Biogem e in grado di raggiungere stabilmente, nelle sue ultime edizioni, quasi il 100% di placement. Si comincia il 30 aprile, con un webinar organizzato dalla ‘confinante’ Università di Foggia, per poi scendere lungo lo Stivale, fino a Reggio Calabria, dove il locale ateneo dedicherà l’intera giornata del 9 maggio ad un evento di job placement in presenza, rivolto ad una cinquantina di prestigiose realtà aziendali, operanti in diversi settori. Chiuderà il trittico il ‘Career Day’ organizzato dall’Università di Cagliari, in programma per l’intera giornata del 29 maggio, ma ancora in fase di organizzazione. Proprio la sede cagliaritana di Accenture, principale partner di UIIP, ha accolto 10 giovani, provenienti dalle varie edizioni del programma svoltesi nel 2023. Un risultato ragguardevole, ma inferiore, nello stesso arco di tempo, a quello registrato a Cosenza (15) e a Bari (24). Dati che, sommati a quelli, più corposi (103 giovani assunti), della sede napoletana, sanciscono la penetrazione crescente del programma di formazione e lavoro ideato a Biogem in queste quattro regioni italiane.
    Rivolto a laureati in materie economiche, finanziarie, aziendali, umanistiche, matematiche, statistiche ed ingegneristiche, il Programma UIIP garantisce l’inserimento aziendale mediante stage della durata massima di cinque mesi e, a partire dal 2023, registra un’inversione di rotta nelle assunzioni post-stage, attualmente prevalenti nel Centro Sud.

    ‘’La partecipazione a tali eventi – dichiara il coordinatore del Programma UIIP, Andrea Di Maso - testimonia una percezione del valore crescente di UIIP-Biogem, al punto che importanti istituzioni universitarie, nell’aprire le porte al nostro programma sanno di poter offrire ai propri laureati una strada importante verso la crescita e l’inserimento stabile in importanti realtà del settore digital’’.

     

    Ettore Zecchino

    Le nuove frontiere tra imprenditoria e scienza in un seminario a Biogem

    L’incontro, in programma martedì 9 aprile alle 12:00, nella sede dell’Istituto arianese, avrà come protagonista il dottore Francesco Trevisani, fondatore e amministratore di BIOREK (company di diagnostica molecolare applicata alla patologia oncologica renale) e nefrologo presso l'ospedale San Raffaele di Milano. Nel corso del seminario, introdotto dal direttore scientifico di Biogem, Giovambattista Capasso e fruibile anche in videoconferenza al link https://meet.goto.com/677724445, si discuterà di un nuovo modello gestionale, che punta a trasformare la figura dell'imprenditore in un vero e proprio ‘scienziato’ della sua azienda, capace di affrontare le nuove sfide interne ed esterne alla sua company. ‘’Ci chiederemo – anticipa Trevisani - se il mondo accademico-scientifico, unitamente a quello corporate finance italiano, sia realmente pronto per questa rivoluzione’’. ‘’In caso contrario – chiosa lo stesso Trevisani - i nuovi scienziati-imprenditori sarebbero solo degli ‘unicorni bianchi’, destinati ad una rapida estinzione’’.

     

    Ettore Zecchino

    trevisani Biogem

    A Marianna Scrima il premio ‘8 marzo’ per i suoi studi sul cancro

    Il riconoscimento è stato attribuito alla ricercatrice del laboratorio di Oncologia Molecolare e di Precisione di Biogem dalla sezione arianese della FI.DA.PA. (Federazione Italiana Donne, Arte, Professioni e Affari), nell’ambito di una manifestazione ospitata a Palazzo di Città dal Comune di Ariano Irpino, alla presenza del sindaco Enrico Franza. L’appuntamento, da qualche anno in programma l’8 marzo, nell’ambito della Giornata internazionale dei diritti della donna, coinvolge numerose associazioni del territorio e ha l’obiettivo di far conoscere e premiare donne arianesi distintesi nei più vari settori.
    Per la dottoressa Scrima, scelta grazie ai crescenti successi nella ricerca oncologica condotta a Biogem, si tratta di ‘’un premio particolarmente gradito in quanto proveniente da una prestigiosa associazione del mio paese e perché consegnato nella sede municipale, alla presenza di numerose autorità locali’’. ‘’I ricercatori – sottolinea ancora Marianna Scrima - lavorano generalmente ‘dietro le quinte’ e le occasioni in cui viene riconosciuto il loro costante impegno e l’indispensabile passione che ne è alla base, costituiscono un grande stimolo per continuare al meglio i nostri studi’’.
    Le ricerche condotte dalla dottoressa Scrima sono focalizzate, in particolare, sulla caratterizzazione delle alterazioni genetiche presenti nei pazienti neoplastici affetti da carcinoma della laringe. Proprio da uno studio sul carcinoma squamocellulare laringeo, condotto insieme ad una nutrita squadra di ricercatori di Biogem, è derivata una recente pubblicazione sulla rivista internazionale Molecular Therapy Nucleic Acids. Un successo balzato agli onori della cronaca, non solo locale, e prontamente intercettato dalla presidente della sezione FI.DA.PA. di Ariano Irpino, Filomena Gambacorta.
    L’associazione femminile arianese, che ha appena compiuto 31 anni, ha quindi deciso di premiare Marianna Scrima come ‘’una protagonista del presente che, grazie al suo talento, testimonia il contributo fattivo fornito dalle donne alla società’’.

     

    Ettore Zecchino

    Biogem Musica saluta l’inverno con Francesco Di Rosa

    Sarà l’oboe, uno degli strumenti a fiato più antichi, il protagonista principale nel terzultimo concerto della rassegna musicale ideata e diretta da Nazzareno Carusi, in programma mercoledì 13 marzo, alle 18:00. Per l’occasione, l’Aula Magna ‘Emanuele’ di Biogem farà da scenario all’esibizione di un artista italiano universalmente riconosciuto ai vertici mondiali della categoria, per 15 anni oboe solista del Teatro alla Scala di Milano e, attualmente, nello stesso ruolo, all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
    Marchigiano di Montegranaro, Francesco Di Rosa è stato stabilmente diretto per dieci anni da Riccardo Muti e per cinque da Daniel Barenboim, ma ha ‘incrociato’ quasi tutti i grandi maestri degli ultimi decenni. Talento precoce, dopo gli studi di formazione con Luciano Franca e Maurice Bourgue, ha trionfato in numerosi concorsi nazionali di musica da camera ed ha suonato in molte tra le sale da concerto più prestigiose del mondo. Per la serata di mercoledì 13 il maestro Di Rosa, noto anche per il continuativo impegno nell’ambito dei diritti umani, ha scelto di interpretare, con il suo oboe Buffet modello ‘Legend Hybrid’, brani tratti dal repertorio di Carl Philipp Emanuel Bach (Sonata in Sol minore per oboe e basso continuo), Robert Shumann (Tre Romanze per oboe e pianoforte pp. 94) e Camille Saint-Saens (Sonata per oboe e pianoforte op. 166). Ad accompagnarlo, la pianista umbra Dèsirèe Scuccuglia, collaboratrice dei corsi di alto perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e docente di pianoforte al Conservatorio di Rovigo.

    Con questo appuntamento, Biogem Musica saluta idealmente l’inverno e dà appuntamento al pubblico di appassionati, che si sta consolidando tappa dopo tappa, per gli ultimi due concerti in programma. A Primavera avviata sono infatti attesi, sempre ad Ariano Irpino, il clarinettista Fabrizio Meloni (lunedì 15 aprile alle ore 18:00) e, in data ancora da definire, il violinista ‘Premio Paganini’ Giuseppe Gibboni.

     

    Ettore Zecchino

     

    Locandina Biogem

     

    Pagina 1 di 41

    Archivio

    Biogem S.c.a r.l. P.Iva 02071230649
    Via Camporeale Area P.I.P. Ariano Irpino (AV) Italy
    Tel. +39 0825 881811 - Fax +39 0825 881812 - biogem@biogem.it

    © 2024 Biogem scarl. All Rights Reserved.