CSS DropDown Menu

MODELLI DI MALATTIA METABOLICA

 

 

Diabete mellito di tipo I e II (DM)
Con il termine di Diabete Mellito (DM) si intende un gruppo di patologie metaboliche caratterizzate da alti livelli di glucosio nel sangue per un lungo periodo. La loro incidenza sta aumentando nel mondo a un ritmo allarmante. Due sono le patologie fondamentali : diabete Tipo I (Insulin-Dependent Diabetes Mellitus – IDDM) e diabete Tipo II (Non Insulin-Dependent DM – NIDDM). Il tipo II rappresenta il 90-95% di tutti i diabeti. Biogem Service offre un ampio campione di modelli genetici e indotti di diabete mellito per favorire la scoperta di nuove strategie terapeutiche e per affrontare le complicazioni legate a queste patologie metaboliche.

 

Diabete di Tipo I

  • Topi diabetici non obesi (NOD)

I topi NOD rappresentano il modello spontaneo principale per IDDM: nei topi NOD, soprattutto femmine, gli eventi patologici iniziano a svilupparsi dalla terza settimana d’età, con l’attivazione linfocitaria verso gli antigeni delle insule pancreatiche, che conduce a insulite entro 15 settimane. Questi eventi innescano una forte risposta autoimmune contro le insule pancreatiche, la quale conduce a un diabete conclamato (glicemia a digiuno ≥ 250 mg/dL) tra 18 e 20 settimane d’età. • Modelli indotti da streptozotocina (STZ) Le iniezioni singole o multiple di STZ in topi o ratti rappresentano un modello sperimentale indotto largamente utilizzato per IDDM. In questo modello, DM è indotto in ratti o topi attraverso iniezioni intraperitoneali singole o multiple di STZ dissolta in tampone citrato. STZ è un agente citotossico molto selettivo per cellule β pancreatiche e conduce alla distruzione delle insule pancreatiche e allo sviluppo di DM entro 48 ore, con glicemia a digiuno di oltre 500 mg/dL.

  • Modelli indotti da streptozotocina (STZ)

Iniezioni singole o multiple di STZ in topi o ratti rappresenta un modello sperimentale indotto largamente utilizzato per IDDM: in questo modello, DM è indotto in ratti o topi attraverso iniezioni intraperitoneali singole o multiple di STZ dissolta in tampone citrato. STZ è un agente citotossico molto selettivo per cellule β pancreatiche, e che conduce alla distruzione delle insule pancreatiche e   allo sviluppo di DM entro 48 ore, con glicemia a digiuno di oltre  500 mg/dL.

 

Diabete di Tipo II

  • Diet Induced Obesity (DIO) (Modelli di obesità indotta da dieta)  

Animali DIO rappresentano un modello indotto molto utile per studiare NIDDM, obesità e ipercolesterolemia. Nel nostro stabulario, topi maschi C57 BL/6 o ratti Sprague-Dawley sono nutriti per 4-8 settimane con una dieta altamente calorica, (contenente più del 60% di grasso) che porta a obesità, NIDDM indotto da obesità e ipercolesterolemia.

  • Topi db/db con obesità e diabete
Il modello murino spontaneo db/db è un topo di ceppo C57 BL/6 portatore di una mutazione omozigote con perdita di funzione nel gene codificante il recettore della leptina, ed è un modello molto adatto per studiare NIDDM. Gli eventi patologici iniziano tra i 10 e i 14 giorni di età, con l’innalzamento dell’insulina nel plasma, che conduce a diabete franco tra la quarta e l’ottava settimana di vita. Questo modello è caratterizzato da obesità, polifagia, polidipsia, poliuria e resistenza all’insulina.