GENOMAeSALUTE: INFRASTRUTTURA STRATEGICA CAMPANA DI RICERCA TRASLAZIONALE SUL GENOMA PER LA LOTTA AI TUMORI E LA SALVAGUARDIA E MIGLIORAMENTO DELLA SALUTE UMANA

GENOMAeSALUTE è un progetto per la creazione in Regione Campania, presso il campus Universitario di Medicina dell’Università degli Studi di Salerno a Baronissi, di un Centro di Ricerca Genomica per la Salute (CRGS), la prima grande infrastruttura di ricerca e sviluppo italiana ad alta capacità dedicata alla ricerca genomica e informatica traslazionale per la salute, in particolare per l’oncologia e la medicina di precisione. La dotazione tecnologica e ICT dell’infrastruttura proposta è stata progettata per fornire elevate prestazioni in genomica (NGS) e bioinformatica e per permettere di generare, studiare con metodologie innovative per analisi di ‘big data’ e conservare in sicurezza grandi volumi di dati di sequenziamento e biomedici, al fine di rendere possibili grandi progetti nazionali ed internazionali di genomica e medicina di precisione, mettendo nel contempo a disposizione della comunità biomedica ed i sistemi sanitari regionale e nazionale e dell’industria una concentrazione di tecnologie di sequenziamento del DNA e competenze tecnico-scientifiche ad oggi non disponibile in Italia.

 

Codice progetto:

POR FESR 2014-2020 INFRASTRUTTURA

 

Valore totale:

10.000.000,00 €

 

Scadenza:

31 Dicembre 2020

 

RISULTATI ATTESI:

Il progetto punta alla creazione dell’infrastruttura strategica campana di ricerca traslazionale sul genoma per la lotta ai tumori e la salvaguardia e miglioramento della salute umana. Il partenariato di GENOMAeSALUTE comprende due Università campane, due grandi aziende operanti nel settore sanitario e due PMI del settore delle biotecnologie, che si sono riunite per produrre ricerca e innovazione in genomica, bioinformatica e nell’analisi di grandi dati e, nel contempo, consentire il trasferimento dei risultati al settore pubblico e privato della salute. I campi di ricerca dell'infrastruttura saranno la generazione e analisi di grandi e complessi dati derivanti dal sequenziamento su larga scala di genomi, epigenomi, trascrittomi e metagenomi, allo scopo di identificare una nuova generazione di informazioni e strumenti utili in medicina predittiva e preventiva, fornendo tecnologie complementari alle biobanche regionali, nazionali e internazionali esistenti.